sabato 8 giugno 2013

Intervista con l'Amichetta

Nota: la foto fa schifo perché Amichetta aveva fretta di bere...


Ore 8.28 del mattino. Sono seduta sulla panchetta del mio bagno. Ho i piedi ammollo in una bacinella blu, sto facendo un pediluvio con acqua tiepida, una goccia di sapone, qualche goccia di olio essenziale di lavanda preparato da me e un cucchiaio di bicarbonato.
Lo sto facendo perché credo che i miei piedi abbiano bisogno di un po' della mia attenzione e non solo loro. Guendalina ha bisogno della mia attenzione e di qualche vezzo.
Lo sapevo da un pezzo, ma dopo la serata di ieri, questo è il pensiero positivo che mi frulla per la testa.
Si dice, si ridice, si predica, ma questa storia del ritagliarsi degli spazi per se stessi nonostante tutto è sacrosanta.
Amichetta mi ha citofonato ieri sera alle 19.30. Mio marito, alle prese con la cottura degli spinaci mi ha detto che forse a quell'ora sarebbe stato meglio andare a prendere un aperitivo perché al ristorante probabilmente stavano ancora apparecchiando i tavoli.
Giusto, dunque aperitivo da Ivo e poi pizza.
Ivo non ha brillato particolarmente in originalità. Due prosecchi, una ciotola di patatine in busta e quattro mini tramezzini a dire la verità ben poco invitanti.
Io non ho finito il mio drink, ma ci ha pensato lei, che dopo aver spazzolato tutte le patatine ha tracannato gli avanzi del mio bicchiere perché non si può sprecare quel ben di Dio. "Garda che io questa sera non ti voglio raccogliere" l'ho minacciata io preoccupata per la baldanza con cui ha scolato il mio bicchiere e soprattutto per l'ostinazione di voler indossare i tacchi nonostante uno scarso senso dell'equilibrio.
Abbiamo consumato il nostro aperitivo facendo il gioco del “se fosse”. Fra noi è così. Quando incontriamo una conoscenza in comune, non ci limitiamo a dire:"lo sai Amiche' ho incontrato Tizio..."
No, queste banalità le lasciamo alla gente comune. Noi Amichette strane ci diciamo:"Amiche' ho un “se fosse” per te" e giù a fare domande:" se fosse una città, se fosse un film, se fosse un accessorio( il re dell'accessorio è e sarà sempre il marito di Uga però)" dalle risposte, indoviniamo il protagonista dell'incontro.
Così, una conversazione che potrebbe durare tre minuti, può arrivare anche a mezz'ora. Ma noi siamo fatte così.
Ah, noi ci chiamiamo a vicenda Amichetta. Non ricordo nemmeno più quando sia stata l'ultima volta che ho chiamato la mia Amichetta con il suo vero nome.

Sarebbe impossibile riportare stralci della nostra conversazione di ieri sera A. perché abbiamo dei trascorsi talmente assurdi e radicati nel passato remoto che solo Uga e Super avrebbero potuto seguirci. B. Perché Amichetta mi ha fatto un resoconto dettagliato (con molti più dettagli di quelli che avrei voluto sapere) delle sue vicende sentimentali e questo è un argomento top secret. C. Perché abbiamo parlato ininterrottamente per tre ore e a riportare tutta la conversazione mi verrebbe fuori un racconto che al confronto i tre post sulla storia delle navi romane, impallidirebbe.
Quindi, ho deciso di presentarvi la mia Amichetta tramite un'intervista che le ho fatto durante la cena.

Domanda: Sai che questa serata finirà sul mio blog, vero? 
Risposta: Sì

D:Nome in codice
R:Amichetta

D:Segni particolari
R:Ricci scomparsi(ndr. Amichetta ha sempre avuto degli splendidi capelli riccissimi che ad un certo punto, chissà perché, hanno perso il loro vigore)

D:Sogno nel cassetto
R:Ho i cassetti troppo pieni di cose per metterci dentro i sogni

D:Persona che vorresti veder scomparire
R:Il genere maschile

D: Persona che vorresti veder comparire qui e adesso
R: Uga

D: Da quanti anni siamo amiche, pardon Amichette?
R: 34 

D: Perché sei amica mia? 
R: Che domanda! Lo sono da sempre, non mi sono mai domandata il perché. Sei la mia Amichetta del cuore.

D: Trovi che io sia strana? 
R: Certo che sì, altrimenti non saresti mia Amichetta.

D: Pensi anche tu come me, che le persone presenti in questo ristorante stiano pensando che siamo strane?
R: Certamente, specialmente il cameriere che senza volere ha origliato una parte scabrosa del nostro discorso.

D: Credi che il brizzolato del Super sia naturale o lo ha fatto in gran segreto dal parrucchiere Mirko per darsi un'aria da uomo maturo? 
R: Beh, secondo me c'è lo zampino di un professionista come Mirko. Ha un brizzolato troppo perfetto.

D: Credi che la nostra abitudine di raccontarci gli incontri che facciamo, facendo il gioco del "se fosse" sia fuori moda, o semplicemente la gente sottovaluta la genialità di questo gioco? 
R: La gente sottovaluta la genialità di questo gioco, il se fosse non passerà mai di moda.

D: Definisciti in tre aggettivi
R: Impulsiva, forte, vulnerabile o anche "pijalo e non lo pijà" come dice mia madre.

D: Definisci me in tre aggettivi
R: Allegra, razionale, positiva (non proprio sempre...)

D: Credi che l'ugola di Uga sia stata modificata dagli alieni o è semplicemente stonata?
R: È stonata.

D: Racconta il primo episodio comico che ti viene in mente e che ci ha visto protagoniste
R: Quando abbiamo preso le gocce di Mylicon convinte che ci avrebbero fatto appiattire la pancia e invece ci si sono scatenati tremendi attacchi di colite.

D: Racconta di quella volta in cui non mi hai menato solo perché mi vuoi molto bene
R: Quando eri incinta della seconda figlia e non si poteva comunicare normalmente con te (ndr.ha ragione. Eh gli ormoni, gli ormoni...)


D: Racconta di quella volta in cui secondo te io non ti ho menato solo perché ti voglio molto bene: 
R: Ce ne sarebbero molte(ndr. Confermo) ma credo che la peggiore sia stata quando ti ho rotto un piatto del servizio buono a cui tu tenevi moltissimo.

D: Come definiresti il tuo rapporto con la tecnologia?
R: Pessimo e forzato

D: Come definiresti il tuo rapporto con la danza latino americana?
R: Liberatorio

D: Come definiresti il tuo rapporto con le arachidi?
R: Di gonfiore 

D: Che raccomandazione mi faresti vedendo come sono ridotta?
R: Stai benissimo così. Sei la mia Amichetta allegra e niente affatto paranoica (ndr.mi vuole davvero molto bene).

D: Vuoi salutare la gente del mio blog con un detto dei tuoi? 
R: Buon pro e tante care cose.











31 commenti:

  1. uga non è stonata: si esprime su frequenze non ancora conosciute.
    Brave amichette, bella intervista con punte di drammatico realismo isterico. Grandi.

    super (brizzolato naturale)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho telefonato a Mirko, conferma che il tuo brizzolato non è opera sua e ti manda a dire che gli manchi tantissimo a lui e a Sergio. Ps. Quando ho visto Amichetta con i tacchi, l'avrei presa a schiaffi davanti a tutti.

      Elimina
  2. le arachidi sono piccole bombe di gas....condivido la risposta di amichetta....viva le amichette e viva il brizzolato naturale XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amichetta sull'argomento "gli Arachidi e la generazione di gas" potrebbe tenere una lezione all'università. Evviva le cool girls che grazie al blog mi sembra che siano qui dietro l'angolo.

      Elimina
  3. Sei troppo simpatica... anche io dico sempre di dovermi ritagliare un pò di tempo per me, ma con tre figli e un bel casino...al prox aperitivo mi aggiungo... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considerato che io con due figlie ci ho impiegato sei anni a riuscire ad organizzare questa serata, posso immaginare te con tre! Al prossimo aperitivo allora contiamo anche te, ma ti avverto dovrai giocare al "se fosse" anche tu!!

      Elimina
  4. Mai mangiare pizza o arachidi se il giorno dopo si è intenzionati
    ad andare al mare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho scoperto Amiche'! Benvenuta nel mio blog!

      Elimina
  5. A me è successo il contrario: da liscia sono diventata riccia! Secondo la mia parrucchiera è colpa degli sbalzi ormonali: infatti i miei capelli sono cambiati con la seconda gravidanza.
    Magari anche alla tua amichetta è capitato qualcosa di simile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I capelli di Amichetta sono un fitto mistero inestricabile che nessuno riuscirà mai a svelare!

      Elimina
  6. Devo dire che nella mia vita ne ho visto di Gente SSSSTTTRRRAAAAANNNNAAAAAA ma voi la battete tutta!!!!!!!!!!!
    Io manderei l'Altra a fare il gioco del " se fosse", il cameriere lo dovrebbero soccorrere con le bombole di ossigeno.
    Mitiche Strana...ce ne fossero di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite cara Farfalla! Quello che va detto, va detto sia due Strane professioniste! La prossima volta invitiamo anche te e l'altra a fare il gioco del se fosse...pensa cosa potrebbe uscire fuori!!

      Elimina
  7. 1 Sarei voluta essere lì con voi. 2 La mia ugola è d'oro. 3 Se fosse un accessorio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah eccoti qua finalmente. 1. Per il giorno 8 Giugno 2020 non prendere impegni. Ci vediamo alle 19.30 davanti al cancello di casa mia e lo rifacciamo. 2. La scienza dovrebbe interessarsi alla tua ugola 3. Bando alle ciance, niente giochi. Ho parlato al telefono con Amichetta poco fa. Necessita un cazziatone. Potresti provvedere?

      Elimina
    2. Comandi marescià! Schiarisco l'ugola e la chiamo! Ah! Purtroppo ho già una riunione di condominio in programma per quella data!

      Elimina
    3. Tu e le riunioni di condominio!

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Che bella coppia!!! E complimenti a Ivo per il tramezzino da cui esce un qualcosa di verde...però il prosecchino fa gola anche a me...da quanto tempo lo devo bere uno in relax con un'amica! Al matrimonio di ieri ne ho tracannati 2 senza neanche accorgermene, mentre il mio maritino si fumava un sigaro con i suoi amichetti e io evitavo che la Chicca finisse in piscina...mentre le mie amichette correvano dietro ai loro pargoli....cercando di evitare che finissero in piscina. Tutto ciò mentre i loro mariti fumavano i sigari con quello sciagurato che alla sera, mentre crollavo nel letto ha avuto coraggio a dirmi "Però, sono stato davvero bene e non ho neanche faticato tanto"!!!!AHHHHHHHHH

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti a me: chiama una delle tue Amichette che correvano a bordo piscina, organizzate un'uscita per un aperitivo, mollate le pargole ai mariti che tanto non si sono stancati affatto, e voi bevetevi un prosecco e fumatevi un sigaro alla faccia loro...dopo il mondo ti sembrerà più simpatico!! Parola di Strana.

      Elimina
  10. Le chiacchiere in libertà tra amichette...che potere catartico. Grazie per avercelo ricordato!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono qui apposta! Le chiacchiere in libertà tra Amichette dovrebbero diventare patrimonio dell'umanità!

      Elimina
  11. Ciao Guendalina!!Molto bello il rapporto che hai con la tua Amichetta...queste sono le vere certezze al mondo!Ti volevo segnalare un blog molto carino con un linky party a cui secondo me potresti ...partecipare!http://silviamapetitemaison.blogspot.it/2013/06/linky-party-la-collection-du-mardi.html Baci da Valeria!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria! Allora, io ci provo con questo link party, ma visto il disastro che ho combinato con il premio...mica lo so cosa verrà fuori!! Ti ringrazio comunque per la segnalazione.

      Elimina
  12. bello avere un rapporto d'amicizia che dura da 34 anni è qualcosa di più che avere una sorella, perchè l'amica la scegli.
    Tante care cose ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tante care cose anche a te, cara Enrica! Nel nostro caso, più che sceglierci siamo inciampate l'una nell'altra...ma credo che poi sì ci sia stato uno scegliersi anno dopo anno.

      Elimina
  13. Ciao Guendalina, benvenuta a Ma Petite Maison! Sei simpaticissima e il tuo modo di scrivere è accattivante, sono sicura che preparerai un post unico sulla vita da blogger... Speriamo non sia il solo, prevedo poche partecipanti questa volta!
    Qualche pasticcio con il banner lo hai combinato... Hai preso quello sbagliato, ma visto che è la prima volta ti perdono, tanto penso che molto presto parlerò anche di te sul mio blog!
    I linky party sono un modo per farsi conoscere e conoscere altre blogger condividendo idee e progetti su una stessa vetrina, spero ti divertirai insieme a noi.
    Se hai bisogno di aiuto per inserire il tuo link non esitare a scrivermi.
    Buona giornata.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dio mio, sono irrecuperabile!! Tenterò di recuperare, ma non garantisco...non per mancanza di voglia...solo per incapacità! Mi rendo conto che sembra incredibile, ma non ci arrivo proprio!! Non dichiarerò mai che lavoro faccio nella vita, ma se lo scrivessi, sono sicura che rimarresti cinque minuti a fissare quella parola con la bocca a forma di O e gli occhi sgranati...

      Elimina
  14. Ciao Guendalina sono sempre io te lo dico a bassissima voce così non lo sente nessuno...devi mettere l'altro banner ...quello sotto perchè quello che hai inserito lo devi mettere nel caso in cui vieni scelta (feature=evidenziare e quindi vuol dire "sono stata evidenziata da ")Il banner che devi inserire è quello dove c'è scritto "La collection du mardi".Poi quando hai scritto un superbellissimo post sulla tua vita da blog mi fai un fischio e se vuoi ti do una mano ad inserirlo ...vai strana che sei mitica!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo nemmeno io che sono così stordita...la scritta "I was featured" non l'avevo proprio letta!! Ok, ricomincio da capo...Dio mio che pasticcio... Ho anche un appuntamento alle 11...vabbeh, aspetteranno!

      Elimina
  15. Ragazze mi avete fatta commuovere con i commenti sull'amicizia
    che lega le amichetta da sempre.. un consiglio non parlate ad
    amichetta troppo a bassa voce, è sorda come una campana...
    un saluto a tutte e buon pro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti a me e a quando ti ho spiegato come si accede al mio blog!...mo' questa me rovina...

      Elimina

Regalami la tua opinione: