martedì 15 ottobre 2013

Misteri di una mente strana



Diciamoci la verità, ognuno nella vita ha un talento, un cavallo di battaglia, una specialità. La mia sono i disturbi psicosomatici.
Non c'è niente da fare, non mi batte nessuno. Va bene, non voglio essere presuntuosa, forse il Super e altri due o tre al mondo sono più forti di me in questa specialità, ma io sono comunque la dimostrazione vivente della interconnessione strettissima che esiste fra mente e corpo. Eh già cari amici, perché se c'è qualcuno fra voi che non crede nelle malattie psicosomatiche, alla fine di questo post, dovrà ricredersi.
Ho talmente tante di queste manifestazioni strampalate, che non so nemmeno da dove cominciare per raccontarle.
Beh, pensandoci bene, lo so chi è la regina incontrastata delle mie somatizzazioni: i dolori muscolotensivi nella zona cervicale! Su questo non mi batte nessuno. Se ad esempio oggi alle 11.32 ho un motivo di tensione, di preoccupazione, di ansia o un'arrabbiatura (per queste ultime, sono una professionista) stai pur certo che domani alla 11.32, mi scoppierà un gigantesco mal di testa, che partendo dal collo, si diramerà su tutta la testa, seguendo delle linee ben precise (che un giorno disegnerò rasandomi i capelli e sono certa che uscirà fuori la costellazione dalla quale provengo) fino ad arrivare agli occhi e procurandomi nausea, giramenti di testa e atroci dolori. Esattamente 24 ore dopo, non un minuto prima né uno dopo.
Ma
Io ho capito una cosa importantissima.
A tutto questo c'è un rimedio, semplice come bere un bicchier d'acqua.
E io, quando me ne ricordo, lo metto in pratica e funziona.
Il rimedio è il seguente:
Se oggi, alle 11.32 io ho un motivo di tensione, preoccupazione, ansia o un'arrabbiatura, non devo far altro che sciogliere la schiena e il collo con degli esercizi di stretching e rilassamento inventati da me...cioè, veramente li ho copiati da alcune riviste e da internet...ma è uguale, non sottilizziamo.
Insomma, immaginate me che mentre discuto con mio marito magari perché mentre io lavavo, vestivo ed asciugavo entrambe le figlie dopo la piscina, lui si intratteneva educatamente a conversare con il capovasca ( è un esempio eh, non è accaduto davvero...no, no, proprio no. Che poi il capovasca...che cacchio di lavoro fa?!) oppure mando a quel paese un automobilista scorretto e maleducato, o insulto la lavatrice perché quella macchia di sugo dalla maglietta della divisa scolastica non è venuta via nonostante i 40 gradi e il pretrattamento, o ancora strillo come una matta con le mie figlie che hanno trasformato la loro cameretta in una stalla con tanto di fieno e puzza di mucca, all'improvviso, comincio a roteare la testa da destra a sinistra e poi ritorno, con gli occhi chiusi e facendo respiri profondi.
Sembrerà strano, ma tutto questo funziona. Se io faccio i miei esercizietti nel momento della tensione, ecco che la tensione se ne va dal muscolo Trapezio e dallo Splenio (sono un'esperta, lo so.) e il giorno dopo, niente dolori. Facile no? Ma giuro che è così.
E allora questa patologia come la volgiamo chiamare?! Insomma, non ho niente di rotto o di non funzionante. È solo che quando mi arrabbio tendo quei muscoli là e una volta che i muscoli si rilassano, mi dolgono, sono indolenziti come gli addominali dopo che ho fatto AddominaliEGlutei in palestra.
Solo che gli addominali, ti dolgono solo sull'addome, mentre il dolore dei muscoli sulla cervicale, si diffonde a tutto il muscolo che abbraccia la testa. Questo è tutto.
Il cervello è spesso sotto stress, soprattutto se appartiene a una strana

Psicosomatica gente, psicosomatica.
Ma ne ho altri. Tanti altri.
Per esempio, una delle mie regole di vita è non leggere mai, ma proprio mai, il foglietto dei medicinali nella sezione dedicata agli effetti collaterali. Mi vengono tutti, anche quelli gravissimi. O per lo meno io me li sento. 
Hai capito Super?! Se lo rifai, ti prendo a schiaffi davanti a tutti e poi pubblico le foto dello schiaffeggiamento sul blog.
Il problema è quando devo leggere i foglietti dei medicinali che propino alle mie figlie. In quel caso non posso farne a meno, è più forte di me. Li leggo.
Una volta mi è venuta un'irritazione da pannolino dopo aver dato una medicina pediatrica a mia figlia neonata.
Per non parlare poi di quello che mi sta succedendo proprio in questi giorni: dopo aver fatto tra me e me, la considerazione che con le mie figlie, alzo troppo la voce e che a volte basta un nonnulla per trasformarmi in un tenore al quale hanno appena pestato un callo, mi è venuto un fortissimo mal di gola e da circa una settimana, parlo come un transessuale che si è scordato di prendere gli ormoni.
Tutto questo per dire che io sperimento spesso su me stessa il potere della mente umana in tutta la gamma delle sue più misteriose manifestazioni.
Ma devo ammettere che nemmeno io, con tutte le mie stranezze, ero mai stata sorpresa da un disturbo psicotico di massa.
È accaduto domenica scorsa. In casa Strana.
I due coniugi Strani avevano deciso di passare l'intera giornata a sistemare il box che era talmente stracolmo di oggetti di ogni sorta, che non solo non riusciva ad entrarci un'automobile ormai da un anno, ma cominciavamo ad avere problemi anche noi umani ad entrarci dentro ed uscirne illesi.
A dire tutta la verità ero stata io a decidere che quel giorno sarebbe stato "il giorno del box" perché lo Strano aveva proposto di mettere tutto sulla rampa e fare un gigantesco falò per ingraziarci gli Dei in vista della stagione fredda.
Come al solito, io avevo ignorato ogni sua protesta e avevo organizzato tutto con dovizia di particolari.
Mentre io e l'uomo di casa ci incollavamo pesi di ogni genere in mezzo alla polvere degli ultimi due millenni, mia madre e Mister M. si sarebbero occupati delle minori e avrebbero preparato il pranzo.
Nessuna interruzione sarebbe stata ammessa. Certo un caffè a metà mattinata sarebbe stato gradito, ma nulla di più!
Dunque, la sparuta truppa aveva cominciato di buon mattino a lavorare e tutti avevano preso i loro posti di combattimento senza discutere.
Alla strampalata combriccola, si era aggiunta anche la nipotastra, figlia di mia sorella, e per l'ora di pranzo ci avrebbe raggiunto anche mia sorella stessa, che reduce da un tour de force lavorativo che avrebbe steso un cavallo, aveva bisogno di dormire qualche ora prima di unirsi a noi.
Alle 12.30, io e l'uomo di casa ci siamo fermati, sporchi e già talmente stanchi da trascinare i piedi. 
Avevamo bisogno di un pranzetto completo e succulento preparato con amore dalla mia anziana madre (l'ho scritto apposta, nel leggere questa definizione, mia madre sgranerà gli occhi, salterà sulla sedia, afferrerà il telefono senza togliere gli occhi dallo schermo e mi chiamerà urlando:" anziana a chi ahò?!") alle 13 circa, eravamo tutti seduti a tavola e stavamo terminando un ottimo piatto di pasta fatta in casa ai funghi porcini quando abbiamo sentito suonare il citofono.
Ci siamo tutti stupiti nel sentire quel suono perché il citofono a casa mia funziona una volta sì e centoventisette no. Quella era la volta sì. Per fortuna.
Per qualche secondo siamo rimasti tutti seduti a guardarci, come ipnotizzati.
"Mo' chi è che rompe l'anima?" Ha esclamato mio marito poggiandosi sullo schienale con aria infastidita.
Senza perifrasi lo ho spedito ad accogliere lo scocciatore e mentre andava ad aprire il cancello, l'anziana (...ok, mamma la smetto subito!) mia madre ha avuto lo sprazzo di lucidità e ha annunciato a tutti che non poteva trattarsi che di mia sorella, dato che mancava solo lei al desco domenicale.
Così si è creato un certo scompiglio. Mio marito è andato ad aprire la porta, mia madre è andata ad accendere il fuoco sotto la pentola della pasta e io e Mister M. non so bene il perché, ci siamo alzati.
Ma qualcosa di strano continuava ad esserci.
Mio marito è scomparso dall'uscio, senza che nessuno dei presenti se ne accorgesse e mentre io preparavo il posto a tavola per mia sorella, qualcuno mi ha fatto notare che né lei, né mio marito erano ancora ricomparsi.
Un momento di confusione e poi abbiamo visto attraverso la finestra la sagoma di mio marito tornare indietro. Guardando meglio, mio marito aveva tra le braccia qualcosa di ingombrante e quasi privo di sensi, sebbene molto trendy in un'impeccabile mise sportiva da pranzo domenicale in famiglia e relax.
Guardando ancora meglio e mettendo bene a fuoco la scena, mio marito stava portando in braccio mia sorella in un'impeccabile mise domenicale in famiglia, fino alla porta di casa.
È stato esattamente in quel momento che si è verificato il fenomeno di allucinazione di massa.
I tre adulti presenti in casa, hanno assunto un'aria divertita esclamando:" guarda quei due stupidi, cosa combinano? Che gioco sciocco è questo?..."
A nessuno di noi è passato nemmeno lontanamente per il cervello, che i due non stessero affatto scherzando.
Sono ritornata alla realtà solo guardando in faccia mio marito che mentre saliva i tre gradini del pianerottolo, rosso in viso, esclamava:" questa sta a sveni'..." Le parole sono state solo queste, ma l'espressione sul volto del mio consorte sottintendeva anche la frase:" ma che cacchio vi ridete?!"
Sono passati ancora un paio di secondi prima che tutti realizzassimo quanto stava realmente accadendo:
" che mi venga un colpo...non stanno scherzando!" Ho urlato io rivolta ai miei compari di allucinazione. Come risvegliati da un sogno, abbiamo cominciato a correre tutti verso la porta a braccia protese verso i due incompresi che ormai erano allo stremo delle forze.
Mia sorella è stata adagiata sul divano e mia madre si è affrettata a tirarle su le gambe.
Così mia sorella si è ritrovata stesa sul mio divano, pallida come uno zombie, con le gambe tenute a squadra da mia madre, con una pasticca infilata in bocca da me, ma pur sempre in una mise perfetta per un pranzo domenicale in famiglia. 
"Ma che è successo?" È stata la domanda unanime.
La descrizione della scena è stata fatta da mio marito, perché mia sorella era ancora in stato di shock:
" ma che ne so, stavo ancora mandando giù il boccone di pasta con i funghi, tu mi hai spedito in malo modo ad aprirle il cancello, mi sono affacciato e mi è sembrato di sentirla sfiatare e chiedere aiuto.  Per capirci qualcosa sono andato in cima alla rampa e lì l'ho vista che arrancava. Tutto a un tratto si è appronata accanto alla rosa e io mi sono detto: guarda se mo' questa si accascia proprio sulla cacca che ha appena fatto il cane lì accanto...invece si è salvata, perché si è accartocciata dall'altro lato, appoggiandosi al sostegno delle rose"
Mia sorella nel frattempo aveva ripreso il colorito:" oh mamma...come sto male..." Ha esordito con un filo di voce.
"Ma che hai fatto?! Che ti è successo?!" Abbiamo chiesto noi in coro.
"La cervicale...mi gira tanto la testa...ho la nausea...non ho dormito, ora sto male...aio Oddio"
Da questi farfugliamenti, tutti abbiamo capito che la poveretta aveva avuto un forte giramento di testa a causa di una tremenda cervicaligia, il nugolo di persone che si era formato intorno all'inferma si è dissolto rapidamente.
Mia madre è tornata ai fornelli, io, mio marito e Mister M. siamo tornati a tavola, le mie figlie da tavola non si erano proprio alzate e la charmant con la bocca piena di fettuccine mi ha domandato:" mamma allora zia stava per svenire davvero, ma ora sta bene?"
"Sì, sì zia sta bene, non preoccupatevi, ora si riprende subito e viene a mangiare le fettuccine di nonna...vero zia?!" Ho risposto io per non preoccupare la bambina.
"Ìiiìh...." È stata la risposta di mia sorella per non preoccupare nemmeno la mia nipotastra che è stata l'unica a rimanere al capezzale della povera malconcia.
Dopo pranzo, ognuno di noi è tornato alle proprie mansioni e la mia collaudatissima pasticchetta ha sortito il suo effetto miracoloso su mia sorella che dopo pochi minuti era già in piedi, magari barcollando un po', ma pur sempre in piedi.
Tanto per la cronaca, alla fine della giornata, il nostro box era un gioiellino tanto che il giorno dopo, mio cugino Santo, vedendolo ha esclamato:" fico! Avete un box...ma ve lo hanno dato insieme alla casa o lo avete costruito questa notte?..." 
Tutta questa faticaccia ovviamente è costata una pasticchetta anche a me, che mentre sfacchinavo sollevando pesi di ogni genere, mi sono scordata di fare gli esercizi magici, ma direi che ne è valsa la pena. Sono orgogliosa di annunciare al mondo che la mia macchina ora staziona felice nel box...peccato che io non possa usarla perché la batteria mi ha mollato...ma questi sono dettagli, ora vado nel box e vedo se riesco a farla ripartire con la forza della mente...o con una pasticchetta.
Ecco cosa accade dopo le ammazzate della domenica

41 commenti:

  1. non so se siamo il frutto di un inseminazione artificiale extraterrestre ... ma sembriamo sorelle ....mia madre da quelle parti non c'è mai venuta ....quindi credo più il primo caso ....devo ricordarmi di fare una fortnitura di pop corn così mentre ti leggo unisco l'utile al dilettevole ....la frase del cugino Santo credo non la scorderò più per tutta la mia vita....
    oddio m'è venuto mal d'orecchio....hai aperto la porta del box per caso??? sto male dal ridere ... unica ... semplicemente unica ... giusi_g

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È possibile Giusi. Questa storia dell'inseminazione extraterrestre a me pare molto credibile! Può essere, può essere...scusa, chiudo subito la porta del box, ti ho fatto venire l'otite!? Eh, ma è così pulito e ordinato, che voglio farlo vedere a tutti! Ciao Giusiiii un saluto dalla strambetta.

      Elimina
  2. Stranuccia cara, ma non puoi startene un pò tranquilla la domenica? Sarai mica un pò masochista? E il povero marito Strano lo faranno santo. Siete mitici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente me le vado proprio a cercare le rogne! Però il box necessitava...mio marito poi si lamenta tanto, ma se non ci fossi io a movimentargli i week end...pensa che noia! (Questa, se la legge mi fa una pernacchia!)

      Elimina
  3. Viva! Io ho fatto un secondo trasloco, una ventina di scatoloni contenenti tonnellate di libri e il cambio di stagione! Che belle domeniche! Ma perché non portiamo le bambine al parco o a fare un passeggiatina come fanno tutti? Ah, è vero, siamo strane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Uga, siamo strane, noi il giorno del Signore lo onoriamo così! Secondo me le mamme che la domenica riescono a portare i figli al parco sono pericolose...gente da evitare...no, no, noi la domenica ci ammazziamo di fatica e il lunedì, siamo stracci...con delle case e dei box organizzatissimi, ma comunque stracci.

      Elimina
  4. Sorella Guenda ... ritorna a prenderti i commenti del Men n.1 sul mio blog ....fino a che non ti decidi di mettere la mail visibile devo comunicare così con te ... o sei pratica dei segnali di fumo???
    la mia è visibile ... ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corro subito!! Ma che ne so come si fa a mettere l'email visibile?!! Sonostranaeccome@gmail.com!

      Elimina
    2. hahahah la Giusi non si smentisce mai per la sua simpatia, e una forza hahaha,
      Ciaoooo Guendalina, il tuo blog e pazzesco e unico, mi piace !!!!!
      Ps. scusatemi se mi sono intromesso in una vostra discussione hihihih !!!!
      salutiiiiiii !!!!!
      jerry !!

      Elimina
    3. Ma Jerry! Sei assolutamente il benvenuto!! Il mio amico Super sarà felice di avere compagnia maschile!! Tutte noi strane, inclusa Giusi, siamo onorate di averti qui fra noi, torna pure a trovarci tutte le volte che vuoi!! Giusi, mi sono permessa di parlare anche a nome tuo, perché il nostro Jerry è troppo simpatico!!

      Elimina
    4. ma che ci fa Jerry fra di noi???? ahhhhhhhhhh quanto mi sento Aznavur
      vedi ho fatto bene a controllare ... non ti si può lasciar sola un attimo
      mi piace sempre più la questione ....Jerrryyyyy tornaaaa stu core aspietta atte!!!! porta na torta pero!!! baci passo e chiudo

      Elimina
  5. Il nome tecnico del maledetto foglietto illustrativo è bugiardino! Ora dico io... come cacchio si può mai chiamare un foglietto piegato( secondo me dagli gnomi, o da fatine con le ditine piccine picciò, o da un gruppo di padri francescani che in religioso silenzio fanno l'origami con quella carta che PUNTUALMENTE non rientra mai nella sua scatola, piegata come si deve) con un elenco infinito di pro e contro per la salute e per l'utilizzo del farmaco, con un nome che ti rende noto il cui significato è un diminutivo di un sostantivo che può essere anche aggettivo che sul DEVOTO-OLI porta tale derivazione dal bugiadro che deriva dal latino medioevale bausiator ( fonte Devoto/Oli)
    o meglio diminutivo di bugiardo, perché familiarmente significa che che contiene "bugie" perché prospetta enfaticamente effetti benefici sull'organismo.???????????????
    Che dici ti senti ora più rincuorata, più allarmata, più informata, o più incasinata???????
    ahahahahahha

    Ti rendo noto che mio marito mi ha dovuto imbavagliare quando ho letto la descrizione dello Strano sulla posizione della sorella StraStrana (gemella separata alla nascita dell'Altra...ora ne sono certa!), che era APPRONATA!!!!!!
    Ho riso come una pazza, ma devo dire che a ripensarci senza ridere a crepa pelle quella poverella mi ha fatto tenerezza!


    P.s. Non parliamo poi del cugino Santo, un mito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Bugiardino" ?! "Bugiardaccio" dovrebbero chiamarlo! "Maledetto terrorista", ecco come dovrebbero chiamarlo...sono anni che questi foglietti (che poi è vero che non si ripiegano mai come si deve) tormentano i miei sonni con le loro promesse vane e allo stesso tempo le minacce di terribili conseguenze! Mi sento terrorizzata, altro che!! Sono rovinata...non riuscirò più a ingoiare nemmeno una Zigulì adesso!
      Lo Strano ha canzonato la poveretta tutto il giorno, mimando l'appronamento sulla rosa...e meno male che almeno non mi si è accasciata sulla cacca del cane, sta povera sorella...altrimenti avreste trovato la foto sul blog di sicuro!!...hai ragione però, pòra donna...lei moribonda e noi tutti a ridere! Dichiaro solennemente il mio rammarico per aver canzonato la mia unica sorella in un momento di dolore...però la scena è stata troppo bella: mio marito paonazzo che la portava in casa semisvenuta e noi tutti convinti che stessero giocando!
      Ps. Al tuo Ps. Il cugino Santo è mitico, lo so!

      Elimina
    2. Sono la sorella della strana e ci tengo a precisare alcune cose..... Intanto non ero APPRONATA ma semplicemente appoggiata al cancello..... Una come me non si APPRONA ..... Poi vorrei pubblicamente ringraziare quel santo di mio cognato non solo per avermi prontamente prestato soccorso ma perché con grande pazienza sopporta quella assai strana di mia sorella.... Infine vorrei dire alla Strana che prima o poi rivelerò a tutti chi delle due è stata adottata....

      Elimina
    3. Ma benedetta donna, mica è colpa mia se nella nostra famiglia ne succedono di tutti i colori...comunque, appronata o no, la cosa davvero incredibile è che ti tocca essere riconoscente a tuo cognato, che te ne dice sempre di cotte e di crude, ma è stato l'unico che è accorso in tuo aiuto nel momento del bisogno...soprattutto perché di bisogno ce n'era uno proprio accanto a te in quel momento, appena sfornato dall'inutile canide, e se ti ci fossi spalmata sopra, non avrebbe avuto il coraggio di venirti a raccogliere nemmeno tua madre...biologica o no!!

      Elimina
    4. Uddea mi e` sfuggita l`Altra dal cervello ad ha postato nel blog!!!!!
      Ma Sigra Sorella della Strana, e` davvero un piacere conoscerla e siamo certi, soprattutto l` Altra, che non era appronata accanto alla cacchetta santa dell ` escavatore con la coda..
      Non sia cosi` dura con l` apparentado pero` considerando la storia del wc appilato, sono certa che dopo foto e filmati vari la Strana l` avrebbe raccolta ... con tutta calma.... ma lo avrebbe fatto.
      E` stato un piacere, ci scusi per le risa, e` colpa della narrazione coinvolgente.


      P.s. al cugino Santo.... ce la vuoi passare o no la ricetta della crema al cioccolato del compleanno della polpetta???????? Noi donne ci passiamo le ricette per il gusto di gareggiare a chi le fa meglio, ma quando becchi un uomo che sa cucinare...non c`e` verso di sapere mezzo ingrediente!!!!


      Elimina
    5. Cara Farfalla, capisci il dramma che vivo?!...io l'Altra ce l'ho in carne, ossa e smalto brillante tutti i giorni vicino!! Tu almeno ogni tanto la puoi spedire a dormire fra l'ippocampo e la dura madre...io tuttalpiù la posso spedire da mia madre ma poi quella torna!! Comunque ora non so cosa fare, fa l'offesa e mi parla solo tramite il blog...o meglio, parla con voi followers perché direttamente con me, si rifiuta! Se non la smette, ora pubblico una foto di quando eravamo al mare da bambine e lei era secca e sdentata...

      Elimina
  6. Confesso, neanche io posso leggere le controindicazioni dei medicinali, chè poi se lo faccio per la paura non li prendo.
    E' bello leggerti e scoprire che nelle proprie paturnie non si è soli! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete affetti da paturnie, fissazioni, manie? Tranquilli non siete soli...c'è una qui che vi tiene compagnia con le sue strampalate disavventure!

      Elimina
  7. liviinginmyhome.blogspot.it15 ottobre 2013 18:00

    Mi ha regalato una grossa e sanissima risata, questo post tragico comico assomiglia molto ma molto a ciò che spesso succede in casa mia!!!! Sono arrivata qui da FB ed è stato bello scoprire questa tua simpatia!!!! Adesso vado a visitare il tuo blog......ciao A presto!!!
    Piera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Piera e benvenuta nel mio mondo tragicomico!! È tutta così la mia vita...totali disastri e grosse risate...per fortuna che ci sono almeno quelle...spero ti piaccia il mio strampalato blog. Saluti da
      Guendalina

      Elimina
  8. Messaggio per la sorella della Strana:Sono curiosa di sapere cosa indossavi esattamente... sorella della Strana!

    e...Strana, nonostante non sia perfettamente certa che le tue reazioni psicosomatiche siano peggiori delle mie, c'è una cosa che mi ha davvero colpito....la scena del suono del campanello in casa degli Strani!
    No perchè a casa mia quando il terribile evento si verifica si creano attimi di panico intenso con sguardi terrorizzati tra me e mio marito cui seguono farfugliamenti...."e ora chi sarà? che facciamo?".....poi alla fine uno dei due prende coraggio e, dopo aver dato una fugace occhiata dalla finestra si va ad aprire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In casa degli strani sentir suonare il campanello, genera più stupore che se vedessimo atterrare un'astronave in giardino...comunque sto campanello benedetto è un invenzione diabolica: rumoroso e invadente peggio del telefono!!
      ...quanto a mia sorella, non fare caso alle sue risposte elusive...è nervosetta con me perché dice che spiattello sul mio blog tutti i fatti suoi...che esagerata...manco avessi pubblicato la foto sua appronata....ehm, volevo dire adagiata sulla rosa!

      Elimina
  9. Sono sempre la sorella della strana.... Messaggio per Simona.... Non dirò nulla circa il mio abbigliamento, sono sicura che il mio guardaroba sarà fonte di ispirazione per uno dei prossimi blog di mia sorella!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uffa però! Quanto sei permalosa!! Vabbeh, non racconterò più fatti tuoi privati sul mio blog...contenta?!
      Care followers, mi spiace ma il mio blog si conclude qui...per mancanza di argomenti!!

      Elimina
  10. Ma come ti ho appena suggerito l'argomento da trattare nel prossimo blog!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Forti le sorelle Strane!!!!
    Propongo una votazione per l'indice di gradimento per il prossimo argomento del post....alzo doppia mano e mezza (il mio voto vale per me, mio marito e la mezza è la nanerottola che sta russando alle mie spalle nel suo lettino)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci sto! Direi che la scelta potrebbe essere fra i seguenti argomenti:
      1. Intervista alla sorella della strana sulla moda e il look adatto ad ogni occasione
      2. La sudorazione ascellare e i rimedi naturali per annientare i cattivi odori
      3. L'estensione vocale di Uga e gli ultrasuoni udibili solo da orecchie canine.
      A voi la scelta!!

      Elimina
    2. il super ti implora di intervistare tua sorella sulla moda e il look adatto ad ogni occasione.

      Elimina
    3. Se il Super mi implora...non posso dire di no!!...certo però che questo post sulla sudorazione ascellare...è da tanto tempo che c'è l'ho in testa...è un argomento molto interessante. Pensandoci bene, no. Niente sudorazione ascellare, con c'è storia con il look adatto per ogni occasione.

      Elimina
    4. e buttale là pure una domanda sulla sudorazione ascellare, che secondo me risponderà egregiamente (non che io pensi che tua sorella sudi ascellarmente oh!, nè che sia tipo da appronarsi in giardino oh!).

      Elimina
  12. Ma tu vedi che saddafare per essere intervistati dalla Strana! Senti se ti dico che io avevo un amico che per la puzza ascellare si faceva la doccia con il Cif al limone, mi intervisti anche a me????

    P.s. oggi m'è capitata una cosa stranissima, controluce mentre stendeva la biancheria, nell'alone che il sole faceva prima di far capolino dal tetto del palazzo di fronte, ho visto una miriade di piccoli fili tipo ragnatele scendere dal cielo, mischiati al pulviscolo atmosferico, ho chiamato mio marito pensando di avere un incontro del IV^ tipo e nonostante lui è munito di lenti dall'età di 6 anni, è rimasto a bocca aperta!
    Uddea un'invasione aliena controluce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco cosa ho visto, proprio tale e quale, solo che qui sono in altri luogo 7 gg fa
      http://www.youtube.com/watch?v=3krnxkPBzF0

      Elimina
    2. Ma io ti intervisto a prescindere, cara Farfalla...potrei inaugurare una nuova rubrica di questo blog dal nome CONOSCI LE TUE FOLLOWER!! ...tutto questo se non vieni prima rapita dagli alieni!!! Ma che è quella roba?! Hai approfondito?!!! Gli hai chiesto se per caso erano venuti a prendere me?! Hey, voi, ALIENI!! Sono quìììììì da questa parte...a Strambolandia!! Venite a prendermi, per carità!! Voglio tornare tra voi!

      Elimina
  13. No..ma fermati a pensare..controluce si vedono altrimenti no...un po come le ragnatele, quindi ho pensato `` ma quindi ci cadono addosso, stamattina portando a passeggio il Gregorillo abbiamo respirato senza saperlo quelle cose!!!!!`` ho cominciato a grattarmi come una matta... ho controllato il bucato se c` era qualche residuo, ho mandato il video all` uomo di casa ( che era nell` altra stanza), ho girovagato su internet trovando:
    A) gente che parla di scie chimiche
    B) gente che parla di Capelli e d` Angelo
    C) gente che parla di complotti per mutazione al clima
    D) gente che parla di alieni
    E) gente che parla di roba chimica rilasciata dagli aerei
    F) gente che dice che chi li vede ha problemi mentali ( e` una sindrome!)
    G) gente che dice che sono ragnatele di ragni volanti... ed infatti a proposito....l`uomo di casa, diplomato con 60-60 laureato con 110 e lode, dottorato in statistica, ricercato nella medesima materia , ha esclamato `` al 100% so ragnatele...certo cadono dal cielo, ma so ragnatele``
    `` ah! Beh! Se lo dice lui..``
    :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farfalla, mi stai destabilizzando! Te lo dico. E io non sono mai stata troppo stabile, ma questo mi leva qualunque certezza! Allora anche io propendo per le ragnatele di ragni volanti, è l'ipotesi che mi scombussola di meno. La storia delle scie, è una cagata. Non sto qui a srotolare il mio curriculum di studi, ma mi sento di poter affermare con ragionevole certezza che non c'è alcun complotto dietro le scie che vediamo uscire dagli aerei...chimiche sono chimiche, per carità...e vorrei vede'...kerosene combusto...se non è chimico quello...però nessuna sostanza strana immessa nell'atmosfera da poteri forti. Tutte le altre teorie mi affascinano, dai problemi mentali agli alieni. Si potrebbero approfondire tutti. Comunque una cosa è certa: Sei stata testimone di uno strano fenomeno...ma se ci pensi anche mio marito tutte le mattine potrebbe affermare la stessa cosa, dopo avermi visto al risveglio mentre corro per casa alle sei di mattina cercando di spegnere la fottuta sveglia dell'iPad.

      Elimina
  14. P.s L` amico del cif esiste!!
    P.s.2 E` una vita che scruto il cielo, in attesa di una vacanza extraterrestre, ma le ragnatele dal cielo nun le reggo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. Non fatico a crederlo. Io avevo un amico che si faceva il bidè con il dentifricio al mentolo.
      P.S.2. Gli alieni sono passati di certo sopra l'Italia. Hanno aperto un portellone e hanno scaricato di sotto me...ancora aspetto che ritornino per riportarmi a casa, nell'attesa, ho aperto un blog.

      Elimina
  15. ciao Guenda, ho letto attentamente tutto il post e in alcuni punti quando fai streching e quando sgobbi sembrava che stessi parlando di me...ho iniziato a lacrimare dal ridere quando tuo marito si preoccupava che tua sorella non cadesse sulla cacca del cane e quando Santo ti ha chiesto del box sei troppo forte. baci

    RispondiElimina
  16. Lo stretching è fondamentale...sarei perduta senza! Quanto a mio marito...a modo suo, vuole bene a mia sorella...mooolto a modo suo. Ciao Enrica, grazie per la visita!

    RispondiElimina
  17. protesto ... dove sta il dolce della Simona coniglia bianca??? una briciola c'è ancora ????
    miele ??? meglio che non lo compro ....finisce prima di utilizzarlo per la ricetta ...
    e ti ricordi Manfredi^^^ tu più che l'affetto vuoi l'affettato ??? io sono quella ... dovrei farmi un bel punto croce sulla bocca ... baciotti alla panna ... cara Strana ... come ti va??? combinato qualcosa di strano??? notte ... vado a stirare ... che schifo:::: giusi_g

    RispondiElimina

Regalami la tua opinione: